Torino, nasce l’osservatorio sulla mobilità sostenibile

Nasce l’osservatorio sulla mobilità sostenibile. Torino diventa uno dei dieci innovation hub nazionali insieme al Politecnico, creando così un osservatorio sull’innovazione di genere nel settore dei trasporti.

Torino Osservatorio Mobilità Sostenibile

Nasce l’osservatorio sulla mobilità sostenibile. Torino diventa uno dei dieci innovation hub nazionali insieme al Politecnico, creando così un osservatorio sull’innovazione di genere nel settore dei trasporti. La Città ha infatti ottenuto 80mila euro dall’Unione Europea, partecipando a un bando lanciato da Bruxelles. Il progetto “Transport Innovation Gender Observatory” (TINNN GO), vede il coinvolgimento, oltre che del capoluogo piemontese, di venti partner provenienti da 13 differenti Paesi.

Il nostro sarà uno dei dieci innovation hub nazionali – ha spiegato l’assessore Maria Lapietra, responsabile delle politiche legate alle infrastrutture e alla viabilità, che insieme ai colleghi Marco Pironti e Marco Giusta ha sottoscritto la delibera -. L’Osservatorio riserverà attenzione e approfondimenti sia alle sfide contemporanee come lavoro ed educazione, sia agli scenari futuri degli spostamenti sostenibili, con l’obiettivo di scrivere una nuova strategia europea attenta alle tematiche del gender balance.

A esseri coinvolti saranno un gruppo di funzionari e dirigenti della Direzione Infrastrutture e Mobilità e delle Aree Innovazione e Fondi europei e Giovani e Pari opportunità. Oggi, la Giunta comunale, ne ha avallato gli intenti. Dal 2009 Torino si batte per proporsi come laboratorio di innovazione tecnologica, ha accolto la sfida delle smart cities, progettando e realizzando traiettorie di sviluppo sostenibile, grazie anche e soprattutto alla partecipazione a progetti europei.